TITLE

DESCRIPTION

Oktoberfest – Spedizione 2005

 Oktoberfest – Spedizione 2005

30 Settembre 2005 – 2 Ottobre 2005
Eilà a tutti! Finalmente dopo anni che non partecipavo all’Oktoberfest di Monaco di Baviera sono riuscito a tornarci, con un “mordi e fuggi”, ne ho approfittato anche per visitare la città che devo ammettere è carina, peccato per la forte pioggia che è iniziata a scendere nel pomeriggio di sabato, ha rovinato un pò l’atmosfera, ma andiamo per gradi…Sono partito Venerdi’ 30 Settembre verso le 23:30 in autobus, organizzato dall’Associazione Culturale Paullese (ora OktoberfestItalia) , sono alcuni anni che organizzano di passare i due weekend dell’Oktoberfest, la spedizione era formata da piu’ autobus..alcuni come il nostro che sarebbero ripartiti da Monaco sabato alle 24:00 e altri che sarebbero rimasti a dormire in Hotel il sabato e sarebbero ripartiti nella mattinata di domenica, il prezzo per i primi era di 55 Euro, mentre per i secondi era di 110 Euro. Siamo arrivati verso le 9:00 di sabato, un pò in ritardo perchè ci siamo persi una volta arrivati in città, la cosa positiva è che l’autobus ci ha lasciato proprio nel parcheggio dell’Oktoberfest. L’Oktoberfest è la festa della birra piu’ famosa del mondo, dura da metà settembre fino all’inizio di Ottobre, nei 15 giorni della durata della festa ci sono piu’ di media piu’ di 6 milioni di visitatori che arrivano da tutto il mondo, l’entrata è gratuita. Appena arrivato ho fatto un giro, l’aria dove viene ospitata la festa è davvero immensa, gli stand sono enormi, i piu’ belli appartengono alle fabbriche piu’ vecchie e famose, Löwenbräu, Hofbräuhaus, Paulaner, Spaten e Augustiner.Verso le 9:30 c’era già moltissima gente, oltre agli stand della birra nell’aria dell’Oktoberfest ci sono bancherelle che vendono spuntini e dolci, e c’è anche un grande Luna Park con una gigantesca ruota panoramica e diverse montagne russe. La festa ha un’origine storica, il Re Luigi I festeggiò le nozze con la principessa sassone Therese di Sachsen-Hildburghausen il 12 Ottobre 1810, quel giorno ci fu una grande festa dove parteciparono anche gli abitanti della città, si svolse sul prato (Wiese) che da allora si chiama in onore della sposa. La festa ottenne un grande sucesso che fu’ ripetuta anche l’anno successivo, naque cosi’ la tradizione dell’Oktober-Fest, verso il 1896 i produttori di birra fecero montare i primi grandi capannoni. Si può raggiungere Theresienwiese in auto e lasciarla nei parcheggi aperti (a pagamento), oppure si può parcheggiare l’auto nell’apposita area della Nuova Fiera di Monaco nel quartiere Riem, da li si può raggiungere l’Oktoberfest in metropolitana, linee U4 e U5, fermata “Theresienwiese”. Dopo aver bevuto una buona birretta accompagnata con qualche dolcetto, sono andato verso il centro della città, da Theresienwiese a piedi in 15 minuti ho raggiunto la stazione ferroviaria Bahnhofplatz, vicino alla stazione c’è un ufficio turistico, gratuitamente si trovano la cartina e i depliant dove si possono trovare tutte le iniziative che ci sono in città.Decido di proseguire a piedi verso Marienplatz che è la piazza principale di Monaco, praticamente è il cuore della citta’, la strada è dritta, arrivo prima a karlstor (la vecchia porta occidentale della città), davanti alla porta c’è la bella Fontana diRichard Strauss, da karlstor la strada diventa pedonale con tutti i negozi, nella strada c’è pure una banda con i vestiti tipici Bavaresi che si stanno dirigendo verso l’Oktoberfest. Arrivo a Marienplatz, dove c’è al centro la Mariensäude (colonna di Maria) costruita nel 1638 per celebrare la vittoria sulle armate svedesi, sulla cima c’è la statua dorata della Vergine Maria. L’edificio piu’ bello della piazza è senz’altro Neues Rathaus (nuovo municipio) in stile tardo gotico (1867-1908) con la sua facciata annerita ricoperta di sculture e con la torre dell’altezza di 85 metri che svetta nel cielo, sulla cima c’è il famoso fraticello (Münchner Kindl) che è il simbolo della città, non a caso perchè il nome della città deriva infatti da Munichen, insediamento di monaci Benedettini, giunti intorno all’VIII secolo. La piazza è strapiena di gente tutti con il naso all’insu’ verso il municipio, in particolare tutti aspettavano le 12:00 quando il Glockenspiel (carillon) muove i suoi burattini, è composto a tre livelli, due dei quali raffigurano la Schäfflertanz e il Rittertunier. La Schäfflertanz è la riproduzione della danza rituale eseguita dagli Schäffler (bottai) nel 1517, la tradizione della danza fu eseguita ogni sette anni per festeggiare la fine dell’epidemia di colera che dal 1349 e per 150 anni decimò la popolazione di Monaco.Il Rittertunier invece è la riproduzione del torneo cavalleresco svoltasi nel 1568 per celebrare il matrimonio Reale. Nella piazza c’è anche l’Altes Rathaus (vecchio municipio 1474), e la fontana Fischbrunnen usata per tenere in vita i pesci nel periodo medioevale, la leggenda locale sostiene che immergendo un portamonete vuoto il mercoledi’ delle Ceneri lo si avrà pieno. Negli intorni di Marienplatz ci sono diverse chiese importanti:Alter Peter (St.Peterskirche) costruita nel XVI secolo fu’ la prima chiesa parrocchiare della città. La Heiliggeistkirche (1392) la piu’ grande chiesa gotica di Monaco. La Frauenkirche (chiesa di Nostra Signora 1468-1488). La Michaelskirche che è la piu’ imponente chiesa rinascimentale. Da Marienplatz passando sotto il livello stradale e girando a destra c’è il Viktualienmarkt un mercato dove ci sono chioschi e casette, si possono mangiare tipici piatti tedeschi e bersi una buona birretta. Dopo aver mangiato ho preseguito verso l’Alter Hof, usato come residenza dai Wittelsbach (dinastia che regnò in Baviera senza interruzioni per 738 anni) prima che venisse costruita la Residenz. Ho proseguito fino alla famosa Hofbräuhaus piena di turisti e poi fino al ponte dove passa il fiume Isar che attraversa da sud a nord nella parte orientale la città, fino a Maximilianeum dove risedeva il parlamento Baverese, ancora in buono stato.Tornato indietro sul ponte ho proseguito verso nord, passando davanti all’Haus der Kunst Art exhibitions, dove c’era una costruzione davvero strana. Ho continuato la mia passeggiata passando davanti al Prinz-Carl Palais e sono entrato nel bellissimo Hofgarten il giardino reale, davvero molto carino, con vialetti ordinati dove spicca il contrasto dei colori viola, gialli, arancioni dei fiori, al centro del giardino c’è il tempio di Diana. Seguo il mio itineraio attraversando tutto il giardino fino alla piazza Odeonsplatz, all’estremita’ meridionale c’e’ la Feldherrnhalle (sala del feldmaresciallo) dedicata ai feldmarescialli dei Wittelsbach, sul lato c’e’ la Theatinerkirche St Kajetan una chiesa in stile barocco (1663-1690). Proseguendo in direzione Marienplatz si passa davanti a Residenz, un enorme palazzo che era la residenza dei Re baveresi dal 1385 al 1918, appena dentro l’ingresso c’è la splendida Fontana di Perseo, all’interno del palazzo ci sono diversi musei: Residenzmuseum che e’ formato da piu’ di 100 camere nelle quali sono esposti i tesori della dinestia dei Wittelsbach. Schatzkammer nella quale sono esposti i gioielli, oggetti d’oro ed altri preziosi. Proseguendo sulla strada si vede l’Altes Residenztheater il vecchio teatro della Residenza in stile rococò, con sontuose decorazioni al suo interno. All’ingresso del teatro ci sono due leoni di guardia, la leggenda dice che strofinando la mano sullo scudo di uno di essi (il piu’ lucido) porti richezza.

Proseguo di buon lena fino a Marienplatz e poi faccio il percorso a ritroso fino alla stazione, e conseguentemente verso Theresienwiese dove c’è l’Oktoberfest, la pioggia si fà sempre piu’ intensa e inizia a fare buio, sulla strada dalla stazione per andare all’Oktoberfest incontro un pò di gente allegra e soprattutto “storta” che cantano le canzoni Bavaresi, è ora di entrare in un capannone per bere una buona birra. Arrivato all’Oktoberfest trovo una brutta sorpresa, per entrare negli stand c’è da fare la fila, la cosa strana è che anche se uscivano le persone dallo stand non facevano entrare nessuno…provo a cambiare un paio di stand e poi mi armo di pazienza, di molta pazienza visto che otretutto pioveva, e aspetto..aspetto..aspetto…riesco a entrare solo verso le 20:30 dalle 18:00 che ero arrivato all’Oktoberfest, finalmente!!! Dentro, lo stand aveva anche le decorazioni, era strapieno di gente, migliaia di persone attorno alle grandi tavolate di legno…che bevono e cantano, e una orchestra disposta al centro dello stand che di tanto in tanto intona la canzone nella quale alla fine di essa tutti brindano e bevono. Le cameriere si chiamano “kellerine”, e hanno una forza tremenda perchè riescono a portare anche 8 boccali di birra da un litro assieme, sono vestite con i tradizionali costumi bavaresi. Il boccale contiene 1 litro di birra, e si chiama “ein Maß” (si pronuncia “ain mass”) il prezzo va da 6.65 a 7.10 euro, oltre alla birra si possono mangiare wurster, dei brezel (tipici panini attorcigliati).Verso le 22:30 le persone cominciano ad uscire dallo stand, e anch’io perchè fra poco si parte per il ritorno a casa, è stata una bella giornata, prima di andare nel parcheggio per prendere l’autobus passo davanti al Luna park e lo immortalo in una bella foto. A Milano arriviamo alle 9:00 della mattina,

 
C a r l o  – O p e r a 

ABOUT US

Oktoberfestitalia.it è un'iniziativa di Tuttingiro Viaggi ed Eventi
Tuttingiro.it è un Network di portali dedicato al mondo dei viaggi. Troverete oltre le migliori offerte di viaggio del web informazioni sulle migliori mete, informazioni sui luoghi da visitare. Hai un sito internet e vuoi far parte di un network con la possibilità di avere una vetrina sul web?...CONTATTACI
Copyright © 2019 OKTOBERFESTITALIA. All Rights Reserved.

CONTATTACI

  •   Online

  •    Mobile: 345 6822340 - 389 1557328

  •    Mail: info@tuttingiro.it

© Copyright 2014 by NicDarkThemes.com - Made With In Venice