By - - 0 Comments

OKTOBERFEST: L’ARTE DELL’INCONTRO

OktoberfestKissLa cosa che mi piace di più dell’Oktoberfest non è il colore dorato e trasparente della sua birra o il boato che alle 9,00 del mattino accompagna la prima cameriera che si infila in mezzo ai tavoli dello stand HB.

Non è neanche la pelle morbida e piena delle fanciulle bavaresi esaltato da costumi tradizionali inaspettatamente sexy.
Anzi no, forse quella è proprio la cosa che mi piace di più, allora diciamo che,

a parte la pelle morbida e piena delle fanciulle bavaresi esaltata da costumi tradizionali inaspettatamente sexy, la cosa che mi diverte più di ogni altra all’oktoberfest è: parlare con gli ubriachi.

Le storie degli ubriachi sono sempre romantiche e appassionate.

Lo vedi nei loro occhi, quando ripercorrono la follia della giornata tratteggiando con parole visionare i contorni vividi della mattinata e quelli più arrotondati e densi del pomeriggio.


Ci sono racconti esaltanti e reportage di giornate disastrose.
Se avete intenzione di partire per l’Oktoberfest 2015 tenetelo a mente.
L’Oktoberfest è una festa e in quanto tale celebra la vita portando all’estremo le vostre esperienze.

Vi capiterà di conoscere persone che arrivano dall’altra parte del pianeta e sentirle vicine come amici d’infanzia, ma anche di finire in cella malmenati dalla sicurezza e spogliati dei vostri ultimi 100 euro.

Potreste avere la fortuna di trovarvi abbracciati a donne da calendario, ma anche di cadere in una fontana spinti da un australiano di quasi 2 metri.
Forse la fortuna sarà con voi, o magari solo si divertirà alle vostre spalle.

Sarà di certo un giorno da ricordare perchè “decidere, partire, muoversi a tempo fino a trovarsi nel luogo dove la cosa sta accadendo è miracoloso come la costruzione di tutte le cose immaginate…”

Fatevelo dire da Vinicio..

Testo o immagine